kkf logo
kkf logo

Psicomotricità

La Psicomotricità è un’attività che utilizza il movimento e il gioco spontaneo del bambino per promuovere il suo armonico sviluppo motorio, cognitivo, affettivo e relazionale. È un esperienza di gioco basata sul piacere. I bambini sono liberi di scegliere in quale spazio giocare, di costruire il loro gioco, di diventare responsabili delle loro azioni.

L’obiettivo è quello di accompagnare e sostenere il bambino nel suo percorso, tenendo presente i bisogni educativi e formativi corrispondenti all’età e le conquiste emotive che ogni giorno scopre attraverso la crescita.

Il bambino è considerato protagonista attivo nel suo processo di crescita, è una persona competente, che coglie, costruisce e rielabora le esperienze facendole proprie, secondo il proprio stile, la propria originalità, i suoi tempi e le sue competenze.

L’ambiente è pensato per permettere a ogni bambino una sperimentazione serena delle proprie abilità, delle paure e dei suoi limiti. In questo luogo non è ammessa nè competizione nè giudizio.

Le regole della stanza di psicomotricità e il setting spaziale e temporale, fungono da cornice di contenimento, nel quale il bambino trova sostegno e sicurezza per sperimentare la propria originalità. Costruendo così, un’immagine positiva di sé, indispensabile, per “diventare grande”. Lo sguardo e la presenza dello psicomotricista, rinforzano e accompagnano l’esperienza cogliendo i bisogni e le specificità individuali.

Tre tipi di percorsi a seconda dell’età:

GIOCHIAMO INSIEME? ( 18 – 36 mesi)

È uno spazio pensato e protetto per i più piccoli, capace di aiutarli a vivere nuove esperienze sia di gioco che di socializzazione con l’Altro.

LA STANZA FANTASTICA ( 3 – 5 anni)

In questo luogo si consolida la relazione con i coetanei attraverso un gioco senso-motorio e di espressività corporea. Il rapporto con i pari apre alla sfera emotiva e alla conquista di nuove abilità.

IL CASTELLO DEI GIGANTI ( 5 – 7 anni)

Il bambino sperimenta e organizza il proprio gioco, sviluppando un senso di unicità grazie al quale sarà in grado di raccontare anche il proprio vissuto emotivo.

Sono previsti incontri finali con i genitori.

Orari del corso


Insegnante

Alessandra Sammarco

Nata e cresciuta a Milano, si avvicina al mondo dei bambini facendo l’animatrice negli oratori, poi nei villaggi turistici e nella sua città d’origine come animatrice per feste di compleanno, matrimoni e vari eventi.

Per consolidare questa grande passione, nel 2014 consegue la Laurea in Scienze dell’Educazione e inizia a lavorare come educatrice presso un asilo nido a Milano.

Conosce la psicomotricità, grazie a un’amica-psicomotricista che le ha mostrato il grande valore educativo della proposta psicomotoria. Segue il Master nei contesti educativi e di prevenzione con la metodologia integrata, all’Università di Bergamo. Nel luglio 2018, termina la sua formazione psicomotoria nella scuola Kyron di Milano.

Crede fortemente nell’importanza della proposta psicomotoria e del gioco quale mezzo principale per la crescita di ogni bambino.